la recensione......

Andrea Bouchard, MAGICA AMICIZIA, ed. orig. 2011, pp. 183, € 13, Salani Editore 2011

 

Si parte con quattro parti: quattro bambini molto speciali nascono lo stesso giorno. La prima è una bimba che vede la luce tra medici che usano l’aranciata come disinfettante. Il secondo smette di vagire perché dei cagnolini gli leccano il viso. Il terzo nasce già nel lettino della sua stanzetta. L’ultima bimba nasce in un bosco mentre dei fiori le sbocciano attorno. Dieci anni dopo, il giorno del loro compleanno, i quattro ragazzi si conoscono in vacanza. Nasce una magica amicizia. Magica come i poteri segreti che hanno nei confronti delle cose dolci, degli animali, degli oggetti e delle piante. A questo punto il libro di Bouchard si tinge di nero. I cattivi irrompono sulla scena d’improvviso, forse troppo all’improvviso. Rapiscono centinaia di bambini tra cui due dei quattro amici e li riducono in schiavitù, al servizio di un folle progetto per controllare una folle città, che rassomiglia tanto a una delle nostre. Gli amici rimasti intraprendono il viaggio per la liberazione dei bambini. Un’invenzione finale cambierà le sorti della loro città. L’autore crea un linguaggio segreto dei ragazzi, per non farsi capire dai genitori, a base di sillabe scambiate. Gli effetti sono buffi e contagiosi (indovinate cosa vuol dire “Alici per seppie”). Le illustrazioni di Giovanni Manna si innestano in modo efficace. Il libro è scritto con un registro di follia giocosa. Frase dopo frase i confini della razionalità vengono sbriciolati. I piccoli lettori saranno entusiasti perché il flusso narrativo sembra proiettare le loro fantasie. Il bambino non si accorgerà di leggere qualcosa di scritto da un altro e penserà di vivere un suo sogno. Per l’adulto sarà invece necessario del training autogeno iniziale o qualche sessione di fulmine o mosca cieca, insomma un ritorno al bambino che è in lui. Il premio sarà un canale veneziano che sgorgherà in una strada della sua città.

 

FEDERICO JAHIER

 

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0

"Nei romanzi di Andrea Bouchard l'immaginazione dei ragazzi invade e trasforma il mondo adulto, mostrando quali sono davvero le cose importanti." Rivista Andersen

Andrea Bouchard organizza a Roma dei corsi di scrittura per bambini e ragazzi e corsi di formazione e aggiornamento per genitori ed insegnanti.

se interessati scrivere a:

scuole@andreabouchard.com