LA PRIMA SETTIMANA

Mare mare mare come è bello andare

guarda che fortuna un' isola a mezza luna

giù dal finestrino ho visto anche un delfino

io e te sull'aeroplano mi hai preso anche la mano

 

Dai Gianni dai fermiamoci qua

uno due tre salta giù con me

va be' Anna ok buttiamoci giù

quattro cinque sei e volo con lei

 

Mare mare mare qui è favoloso stare

l'acqua si può bere star qui è un vero piacere

ma il pilota ha detto che l'isola è incantata

se resti più di un mese sei bella che spacciata

 

Sai che farò? Ci resto solo un po'

quattro settimane non possono far male

La prima settimana io gioco con la rana

la seconda settimana mi mangio una banana

e dopo mezzo mese la scimmia è più cortese

e i giorni son 28 e io faccio fagotto

No no no no no! di più non ci sto!

No no no no no di più non ci sto!

 

Finalmente arrivammo in città

tata ta tatatà ta ta

Io e Anna contenti ma Acqua ha gli occhi spenti

Le scimmie dovemmo lasciare allo zoo

zozo  zozo zozo zo

ma il gabbiano Verdicchio volò via con noi

 

Ma i nostri guoi non finivano mai

Acqua cominciò ad essere un po' strana

Il primo mesetto non uscì mai dal bagnetto

il secondo mesetto non voleva andare a letto

tre mesi a provare ma dormiva solo al mare

e i mesi son 28 e il papà ha fatto il botto

bum bum bum bum bum bu! Non ce la faccio più!

bum bum bum bum bum bu! Non ce la faccio più!

 

La prima settimana io gioco con la rana...

 

Ma i nostri guai non finivano mai

ahi ai ai ai ahi aiaiai

il tempo passava e Acqua non parlava

Sai che farò da un dottore andrò

dodo dodo dodododò

lui disse competente :“Sua figlia non ha niente”

 

Risposi. "Ranocchio! Non sai nulla e costi un occhio”.

E durante il primo anno Acqua non disse neanche “Gnagno”

due anni sono già nè mamma né papà né ca-ca-cà

nemmeno ad anni quattro sapeva dire “gatto”

E al quinto compleanno il papà stava in affanno

Acqua-qua-qua-qua-qua dimmi almeno papà

Acqua-qua-qua-qua-qua dimmi almeno papà

 

E la prima settimana...

E il primo mesetto...

E durante il primo anno...

"Nei romanzi di Andrea Bouchard l'immaginazione dei ragazzi invade e trasforma il mondo adulto, mostrando quali sono davvero le cose importanti." Rivista Andersen

Andrea Bouchard organizza a Roma dei corsi di scrittura per bambini e ragazzi e corsi di formazione e aggiornamento per genitori ed insegnanti.

se interessati scrivere a:

scuole@andreabouchard.com